Fatto in casa: Le pulizie domestiche con la cenere. Preparare la lisciva come facevano le nostre nonne
Ricette per l'autoproduzione casalinga. Fai da te cosmetica, prodotti per la pulizia, e oggetti d'arredo. Rimedi naturali per la salute. Tanti consigli pratici per il risparmio. Questo è Fareacasa.it
Fatto in casa

Idee tecniche e consigli per risparmiare nella vita quotidiana.

Le pulizie domestiche con la cenere. Preparare la lisciva come facevano le nostre nonne


Abbiamo già imparato a conoscere ed apprezzare i molteplici utilizzi della cenere di caminetto. Con questo articolo vogliamo imparare a realizzare la lisciva fatta in casa con la cenere del caminetto, proprio come facevano le nostre nonne, e scoprire i suoi molteplici utilizzi. La lisciva è un potente e valido alleato per le pulizie domestiche, ed è 100% naturale in quanto è realizzata esclusivamente con cenere di legna del caminetto. Una volta utilizzata la lisciva fatta in casa sarà difficile abbandonarla per tornare ai costosi e tossici detersivi tradizionali.

Materiale occorrente per ottenere 220 ml di lisciva e 250 g di pasta di cenere:
- 175 g di cenere di legna
- 875 ml di acqua
- 1 vecchia pentola con coperchio (da evitare quelle in alluminio perchè potrebbero corrodersi a contatto con la lisciva)
- 1 mestolo di legno
- 1 colino
- barattoli di vetro con coperchio
- 1 paio di guanti
- carta da filtro o in alternativa un telo sottile
- se si ha a disposizione una grande quantità di cenere si può anche pensare di preparare una gran scorta di lisciva e pasta di cenere mantenendo il rapporto di 1 kg di cenere per ogni 5 litri di acqua

Potrebbero interessarti: 
Modalità di preparazione:
- filtrare la cenere attraverso il colino all'interno della pentola in modo da trattenere ed eliminare eventuali impurità
- coprire con acqua
- mettere la pentola con coperchio sul fuoco e portare ad ebollizione
- lasciare bollire a fuoco basso per un'ora e mezza. Maggiore sarà il tempo più concentrata sarà la lisciva. Comunque è bene non superare mai le 2 ore. E' bene lasciare uno spiraglioal coperchio in modo da far fuoriuscire il vapore
- mescolare di tanto in tanto con il mestolo di legno
- trascorso tale tempo togliere la pentola dal fuoco e lasciar riposare 12 ore
- una volta trascorse le 12 ore travasare la parte liquida all'interno di un barattolo di vetro con coperchio servendosi di una carta filtro, o ti un colino ricoperto da un telo sottile, in modo da filtrare eventuali impurità
- ATTENZIONE: utilizzare i guanti per eseguire questa operazione ed ogni volta che si adopererà la lisciva in quanto è a PH basico 
- se l'operazione di filtraggio è stata eseguita la meglio si avrà solo cenere all'interno della pentola
- a questo punto si avranno due prodotti: la lisciva vera e propria, che avrà colore differente in base alla legna utilizzata per produrre la cenere. Con ripetuti filtraggi si raffinerà il prodotto rendendolo puro e privo di impurità
- il secondo prodotto è la pasta di cenere che va travasata in un altro barattolo di vetro
- La durata di conservazione di questi prodotti è davvero lunga. Per precauzione si può dare un'occhiata una volta l'anno per vedere se hanno subito variazioni

Potrebbero interessarti:
- diluendo mezzo bicchiere di lisciva in un litro d'acqua, e versata in un contenitore spray, può essere utilizzata per pulire le superfici lavabili come piastrelle e sanitari. Aggiungendo anche qualche goccia di olio essenziale della fragranza preferita si darà anche un tocco di profumo
- Aggiungendo mezzo misurino di lisciva al normale detersivo per lavatrice ne aumenta l'efficacia
- Mezzo bicchiere di lisciva in un secchi d'acqua e si possono pulire i pavmenti con effetti sorprendenti
- La pasta di cenere è indicata per la pulizia dei fondi delle pentole, stoviglie e piatti che hanno sporco ostinato ad andar via. Basta strofinare su di loro la pasta di cenere aiutandosi con una spugna.
- In fin dei conti le nostre nonne è così che facevano le pulizie di casa, no?


Per approfondire:

Nessun commento:

Posta un commento