Fatto in casa: Attenzione: i detersivi possono essere pericolosi. Ecco come leggere le etichette e sapere cosa contengono
Ricette per l'autoproduzione casalinga. Fai da te cosmetica, prodotti per la pulizia, e oggetti d'arredo. Rimedi naturali per la salute. Tanti consigli pratici per il risparmio. Questo è Fareacasa.it
Fatto in casa

Idee tecniche e consigli per risparmiare nella vita quotidiana.

Attenzione: i detersivi possono essere pericolosi. Ecco come leggere le etichette e sapere cosa contengono



Il detersivo è di quanto più pericoloso possa esserci per l'ambiente e la salute. Acquistandoli ed utilizzandoli, spesso in modo inappropriato, siamo complici inconsapevoli di questa minaccia.
Come si riconosce un detersivo davvero ecologico da uno nemico dell'ambiente? Diventa di fondamentale importanza sapere leggere le etichette dei detersivi, e di tutti i prodotti di pulizia in genere, per essere certi di utilizzare prodotti innocui per la salute e l'ambiente.
Diversamente da come si può immaginare, in etichetta non è presente  una lista completa degli ingredienti utilizzati, ma soltanto un elenco di sostanze con le rispettive percentuali di presenza nel prodotto. E questo non avviene solo per i detersivi puramente chimici, ma anche in quelli dichiarati come ecologici.
E allora, come si fa ad essere sicuri di ciò che si acquista?



Ti interesserà leggere:


E' un diritto del consumatore quello di conoscere cosa contiene un detersivo acquistato, soprattutto in caso da allergie e/o problemi di salute che possono scaturire dall'utilizzo di questi prodotti.
Per togliersi ogni dubbio su queste problematiche si possono consultare direttamente le aziende produttrici tramite email o il numero verde dell'assistenza clienti che deve comparire per legge sulle etichette. A volte basta consultare il sito web del produttore per avere accesso alle schede tecniche dei prodotti.

Anche un detersivo definito ecologico può contenere sostanze allergizzanti o pericolose per la salute. Quindi bisogna prestare massima attenzione anche con i detersivi ecologici.
Osservando una etichetta, oltre che i componenti, troviamo anche dei simboli, chiamati pittogrammi, che stanno ad indicare i tipi di rischi che si corrono usando quel prodotto.
Entro il 2017 i simboli verranno progressivamente sostituiti, quindi in questo lasso di tempo si possono trovare etichette con i vecchi o i nuovi simboli.

Vecchi pittogrammi etichette detersivi:

Nuovi pittogrammi etichette detersivi:

Da non perdere:

OCCHIO AGLI INGREDIENTI

Un aspetto che negli ultimi anni ha assunto una grande importanza nella composizione dei detersivi, è l'attenzione per la sostenibilità ambientale. Queste indicazioni sono riportate sulle etichette dei prodotti ecologici. 
Questi detersivi sono studiati per avere, con il loro utilizzo, un impatto ambientale ridotto il più possibile. Anche il processo produttivo dei detersivi ecologici devono rispettare alcuni parametri rispettosi dell'ambiente.
Un detersivo, per essere davvero amico dell'ambiente, e sicuro per la salute, devono essere prodotti con tensioattivi di origine vegetale. Bando ai derivati del petrolio, quindi, e largo spazio ad ingredienti di natura biologica.
Un detersivo davvero sicuro e rispettoso dell'ambiente sicuramente non deve contenere fosfati, paraffina, perborati e triclosan. Se si leggono queste sostanze tra gli ingredienti di un detersivo meglio desistere dal suo acquisto.  Da evitare anche prodotti che contengono candeggina e sbiancanti, meglio sostitirli con prodotti che consentengono acqua ossigenata e percabonato di sodio.
Per evitare allergie della pelle, e non solo, sono da bandire sicuramente i prodotti che contengono profumazioni sintetiche per profumare il detersivo. Meglio orientarsi su prodotti, che invece, utilizzano oli essenziali naturali e sostanze prive di allergeni.
La presenza o meno di questi ingredienti è verificabile in etichetta. Ma in caso di ulteriori dubbi, o bisogno di delucidazioni maggiori, si consiglia di contattare le aziende produttrici. 

Di tuo interesse:


L'IMPORTANZA DELLE CERTIFICAZIONI

Bene, ora sappiamo leggere gli ingredienti e capire i potenziali rischi di un detersivo. Ma come si fa ad essere sicuri che gli ingredienti siano naturali, e che il prodotto non sia stato testato sugli animali?
La certezza su questi aspetti la danno le certificazioni.  Un prodotto certificato riporta in etichetta un simbolo che rappresenta l'organismo che ha rilasciato la certificazione.  Ecco le certificazioni più comuni per detersivi prodotti per la pulizia della casa:

Ecolabel: è un  marchio dell'Unione Europea e certifica la qualità ecologica del prodotto. Un detersivo certificato da Ecolabel è un prodotto a basso impatto ambientale.

Icea:  Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale. Rilascia due certificazioni: Eco detergenza  e  Eco bio detergenza. Queste certificazioni garantiscono che il prodotto non presenta sostanze dannose per l'ambiente, sia nella composizione che nell'imballaggio e nella confezione.

Aiab: Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica. Certifica che il detersivo è a basso impatto ambientale e sicuro per la salute. Inoltre le materie prime provengono da agricoltura biologica.

Lav: Lega Anti Vivisezione. Certifica che il prodotto è eticamente sicuro in quanto non testato su cavie animali.

Per approfondire:
Se l'articolo ti è piaciuto RESTA SEMPRE AGGIORNATO ISCRIVENDOTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER CLICCANDO QUI 

Nessun commento:

Posta un commento