Fatto in casa: Cambiare operatore energia elettrica e ADSL: ecco come scegliere bene e risparmiare
Ricette per l'autoproduzione casalinga. Fai da te cosmetica, prodotti per la pulizia, e oggetti d'arredo. Rimedi naturali per la salute. Tanti consigli pratici per il risparmio. Questo è Fareacasa.it
Fatto in casa

Idee tecniche e consigli per risparmiare nella vita quotidiana.

Cambiare operatore energia elettrica e ADSL: ecco come scegliere bene e risparmiare

Consigli utili per cambiare gestore di energia elettrica e ADSL



Perchè cambiare fornitore dell'energia elettrica e ADSL? Al giorno d'oggi risparmiare concretamente si può. Grazie ai moderni sistemi come internet che permette di comparare facilmente le tariffe dei vari gestori, è possibile cambiare fornitore risparmiando su energia elettrica e ADSL anche fino a 200 euro all'anno per nucleo famigliare. Le procedure per cambiare fornitore sono davvero semplici, veloci, e senza costi. L'energia elettrica non è più monopolio dell'ENEL, e passare al mercato libero dell'energia è davvero facile e gratuito, infatti non c'è bisogno di cambiare il contatore o modificafre impianto elettrico. Perché pagare di più quando si può risparmiare su luce e ADSL in maniera semplice e veloce?

Ecco cosa bisogna sapere per scegliere il fornitore d'energia elettrica più conveniente
Sul mercato libero dell’energia è possibile trovare tantissime offerte sulle tariffe, che si adattano al meglio ad ogni caratteristica degli utenti ai diversi profili utenti e che permettono un risparmio annuo anche di centinaia di euro. Ecco alcuni consigli e dritte per scegliere al meglio il gestore più conveniente.

Conoscere il consumo annuo in KWh. Il parametro principale che si deve conoscere è il proprio consumo annuo di rappresentato in KWh (chilowattora). Perchè questo? Alcune tariffe vanno incontro alle famiglie che hanno un alto consumo annuo di KWh, ma che si rivelano assolutamente svantaggiose per chi invece consuma poca energia elettrica. Altre tariffe invece ragionano in maniera opposta. Quindi non farsi ingolosire da tariffe apparentemente economiche perchè queste per essere applicate bisogna rispettare alti livelli di consumo in caso di tariffe dedicate a famiglie che consumano molti KWh, altrimenti vengono applicate tariffe non più competitive. E di contro tariffe economiche per bassi consumi possono rivelarsi un salasso quando si superano i limiti di consumo stabiliti dall'offerta. Un pò come accade per le taliffe dei cellulari. Un tot di minuti gratis o quasi, ma i minuti consumati in più costano un occhio.

Le tariffe luce biorarie. Queste tariffe stanno scalando le classifiche di gradimento delle famiglie e prevedono costi differenti in base all’ora in cui si effettuano i consumi. Ma non per questo si può abbassare l'attenzione! Queste tariffe sono convenienti soltanto se si riescono a rispettare bene le fasce, magari stando fuori di casa nelle ore a tariffa maggiore e riesce a concentrare i consumi più grandi, come ad esempio utilizzare la lavatrice ed il forno, nelle ore della fascia più conveniente. Non rispettando al meglio le fasce si può finire con lo spendere molto di più ed addio risparmio.

Le tariffe a prezzo bloccato. Le tariffe adatte a chi non vuole sorprese. Fissando il prezzo per 12 o 24 mesi, questo non subirà variazioni anche in caso di aumento o diminuzione delle tariffe disposte dall'Autorità.

I benefici aggiuntivi. Confrontando le varie offerte sulle tariffe potrebbe sembrare che non ci siano sostanziali differenze tra un gestore e l'altro. Ma non bisogna trascurare quelli che sono i benefici aggiuntivi offerti dai vari gestori. Ad esempio possono essere offerte alla stipula del contratto una assicurazione casa gratuita, sconti sul carburante, premi fedeltà ed altro. Quindi è bene tener conto anche di questi omaggi nel calcolo della tariffa di energia elettrica più conveniente per la propria famiglia.

Altri utili conigli da seguire per risparmiare molti soldi in casa:


Ecco cosa bisogna sapere per scegliere il fornitore di ADSL più conveniente
Molti pensano che l'ADSL sia un servizio standard e non ci sia differenza tra gestore e gestore se non il prezzo. Eppure non è così. Ecco tutta una serie di utili consigli per scegliere al meglio il fornitore ADSL migliore per le proprie esigenze.

La copertura. Esistono davvero tantissime offerte promozionali ADSL, molte di più di quelle per l'energia elettrica, e scegliere la migliore può essere arduo. Sicuramente l'aspetto principale da tenere in considerazione è la copertura del servizio. E' assolutamente inutile optare per una offerta che promette di navigare a 20 Mbps quanto poi la propria zona di residenza non permette di navigare a quella velocità.

Le offerte "finte" dell’ADSL. Attenzione a quelle che non sono altro che “promozioni civette”. Queste  offrono canoni d'abbonamento che a primo impatto sembrano davvero convenientissime, ma a conti fatti vengono applicate solo per un periodo limitato di tempo (solitamente 6 o 12 mesi). La sorpresa sta al termine del periodo promozionale quando vengono applicate le normali tariffe a prezzi molto più alti che annullano il risparmio. Se poi si volesse rescindere si incappa in costose penali che complicano tutto. La cosa più intelligente da fare è fare una somma di tutti i canoni mensili per un anno, sia a tariffa scontata che a tariffa piena, dividere per 12 mesi ed ottenere così il reale costo mensile dell'ADSL. Questa è la cifra da confrontare tra i vari fornitori. Inoltre sarebbe bene tenere conto solo della tariffa piena per fare il confronto in quanto le offerte a prezzi scontati sono limitate nel tempo, mentre l'ADSL in casa si pagherà per anni.

I benefici aggiuntivi. Così come per l'energia elettrica, anche nella scelta dell'ADSL più conveniente bisogna valutare i servizi gratuiti offerti a parità, o quasi di tariffa e velocità di navigazione. Alcuni di questi benefici possono essere il modem Wi-Fi a canone gratuito o meno, eventuali chiamate gratuite tramite rete fissa o cellulare, chiavette internet supplementari, costi di attivazione gratuiti o meno, penali di rescissione più economiche. Insomma, valutando tutto si riuscirà sicuramente a trovare l'offerta ADSL più conveniente per le proprie esigenze.

Risparmiare energia. Per un futuro sostenibile 
Cinquanta idee per risparmiare acqua ed energia 


Se l'articolo ti è piaciuto RESTA SEMPRE AGGIORNATO ISCRIVENDOTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER CLICCANDO QUI OPPURE CONDIVIDI SUL TUO SOCIAL NETWORK PREFERITO!


Nessun commento:

Posta un commento