Fatto in casa: Risparmiare sul riscaldamento domestico con semplici trucchi a costo zero
Ricette per l'autoproduzione casalinga. Fai da te cosmetica, prodotti per la pulizia, e oggetti d'arredo. Rimedi naturali per la salute. Tanti consigli pratici per il risparmio. Questo è Fareacasa.it
Fatto in casa

Idee tecniche e consigli per risparmiare nella vita quotidiana.

Risparmiare sul riscaldamento domestico con semplici trucchi a costo zero


Il freddo inverno è ormai alle porte, ed i salassi economici per poter riscaldare le nostre case creano già ansie e preoccupazioni. Ma vivere in un ambiente a temperature confortevoli non deve essere obbligatoriamente associato ad un esborso economico sostanzioso. Basta imparare ed applicare semplici regole nella propria quotidianità per avere un notevole risparmio energetico ed economico.
Il riscaldamento domestico è la voce più forte in fatto di uscite nel bilancio economico di una famiglia, ma può essere contrastato, e con questo articolo vogliamo imparare i trucchi per ottenere realmente un risparmio sul riscaldamento.

Ecco i semplici consigli da seguire:
- Spurgare l'aria dai radiatori in modo da garantire la massima efficienza. Infatti l'aria che rimane all'interno dei radiatori rappresenta una sorta di tappo che impedisce il massimo riscaldamento che si può ottenere con termosifoni spurgati. Questa semplioce operazione fa lavorare meglio la caldaia e aumenta  il potere calorifero dei termosifoni.

- E' inutile e controproducente far areare le stanze a lungo.L'aria è bene farla circolare nelle ore più calde della giornata aprendo completamente le finestre. Bastano pochi minuti per garantire un ricambio d'aria nella stanza. Fare questa operazione quando la caldaia è accesa è un inutile spreco.

- Non tenere finestre socchiuse. La cattiva abitudine di tenere le finestre socchiuse fa erroneamente pensare che non influisca in modo incisivo sul riscaldamento. In realtà una finestra socchiusa non farà altro che far fuoriuscire l'aria calda all'esterno, facendo lavorare il doppio la caldaia per mantenere costante la temperatura nella stanza.

Potrebbe interessarti: Consigli pratici su come risparmiare acqua in casa

- Nelle ore notturne le tapparelle vanno tenute chiuse. Questa semplice operazione permette di mantenere calda la casa durante la notte. I vetri, infatti, provocano una non trascurabile dispersione di calore verso l'esterno, con il risultato di raffreddare la casa più rapidamente.

- Regolare la temperatura ambiente interna a 19°. Impostare la temperatura interna a questa temperatura che è sicuramente confortevole rispetto al freddo esterno. Ogni grado di temperatura interna rappresenta un consumo extra che può arrivare anche all' 8%. E' facile comprendere come abbassare la temperatura impostata garantisce un risparmio molto grande. Vivere in casa a in preda alla calura, e poi magari essere costretti ad aprire una finestra, è un consumo enorme ed un vero e proprio spreco di denaro sonante. Abbassare la temperatura di un paio di gradi, e magari "rassegnarsi" a non vivere obbligatoriamente in t-shirt in casa anche durante l'inverno, è l'idea più intelligente che si possa avere.
 
- Non coprire i termosifoni con tende o mobili.  Per permettere al calore di circolare in maniera ottimale all'interno della stanza, evitare di coprire i termosifoni con tende oppure mobili. Il calore verrebbe imprigionato in gran parte, portando la caldaia ad un lavoro superiore per riuscire a riscaldare a dovere l'ambiente.

- Aumentare l'efficienza dei termosifoni sotto le finestre. I termosifoni installati sotto le finestre aiutano a riscaldare quelle pareti che risultano più fredde, ma che allo stesso tempo portano la caldaia a lavorare di più. Un'idea intelligente per aumentare l'efficienza in questi casi basta applicare  una tavola o un foglio di materiale isolante tra termosifone e parete.Questa operazione permette un recupero di energia, che altrimenti andrebbe dispersa, che può arrivare addirittura al 90%.

Potrebbe interessarti: Pannello termico solare per l'acqua calda fatto in casa

- Non preferire le stufette elettriche. L'uso di stufette elettriche costerà molto in energia elettrica. Questo tipo di riscaldamento non è da preferire mai a quello dei termosifoni a livello economico e di puro risparmio energetico.

- Spegnere la caldaia nelle ore notturne. Regolare il timer per far riaccendere la caldaia due ore prima della sveglia prevista. Riscaldare casa durante la notte è uno spreco, ed inoltre per prevenire malanni di stagione è consigliabile dormire in una stanza che non arrivi ai 18°. Se gli ambienti si rivelano invece particolarmente freddi, è  sufficiente regolare la temperatura interna notturna a 16°.

- Prestare attenzione alle porte delle stanze non utilizzate. Evitare la circolazione di aria calda e fredda, con conseguente lavoro extra della caldaia, tenendo chiuse le porte di quelle stanze non utilizzate come stanze degli ospiti, ripostigli, o secondi e terzi bagni.

- L'importanza delle valvole termostatiche. Dotare i termosifoni di valvole termostatiche in modo da poter scegliere la temperatura di ogni stanza in base all'uso. Il risparmio energetico è notevole, infatti con un uso corretto e sapiente delle valvole termostatiche si può abbattere il consumo fino al 20%.

- Attenzione agli spifferi. Gli spifferi sono un vero nemico per l'efficienza ottimale della caldaia. Combatterli al meglio vuol dire isolare il cassetto degli avvolgibili sopra le finestre, la battuta di finestre e balconi, sottoporta, ecc., ed in generale ogni spiffero della casa.

- Il camino può raffreddare. Un camino non utilizzato va chiuso per evitare una inutile dispersione di calore verso l'esterno, con conseguente lavoro inutile della caldaia e consumo economico ingente.

Risparmiare energia. Per un futuro sostenibile 
Cinquanta idee per risparmiare acqua ed energia 

Se l'articolo ti è piaciuto RESTA SEMPRE AGGIORNATO ISCRIVENDOTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER CLICCANDO QUI


Nessun commento:

Posta un commento