Fatto in casa: L'auto che va ad acqua di mare. La vedremo mai su strada?
Ricette per l'autoproduzione casalinga. Fai da te cosmetica, prodotti per la pulizia, e oggetti d'arredo. Rimedi naturali per la salute. Tanti consigli pratici per il risparmio. Questo è Fareacasa.it
Fatto in casa

Idee tecniche e consigli per risparmiare nella vita quotidiana.

L'auto che va ad acqua di mare. La vedremo mai su strada?



Uno dei modelli che ha suscitato più interesse e curiosità all'ultimo Salone dell'auto di Ginevra, è senza dubbio la Quant e-Sportlimousine di Nanoflowcell.
Una rivoluzione assoluta. Si tratta, infatti, della prima auto elettrica che va ad acqua di mare. Recentemente questo modello ha avuto il via libera per la sperimentazione in Europa, ta tenersi in Germania, e se il responso fosse positivo il mondo dei trasporti verrebbe stravolto. Ma in cosa consiste questa fantascientifica vettura?


Si tratta di un'auto elettrica, che anzichè essere alimentata da benzina, o magari dai più ecologici GPL e metano, utilizza come carburante niente meno che acqua di mare. Anche il design di questo veicolo lascia intendere che si tratta del'automobile del futuro. Le prestazioni della Quant e-Sportlimousine sono da auto sportiva, infatti, raggiunge i 100 km/h in soli 2,8 secondi,  ha una velocità di punta di ben 350 km/h, ed una autonomia di 600 Km. Non male davvero per un auto che non utilizza benzina.

Potrebbe interessarti: Ecco come realizzare il biodiesel in casa

La domanda più scontata a questo punto è: "ma come fa a funzionare"? Il principio base è una reazione elettrochimica che si verifica quando due liquidi con sali metallici vengono mescolati. La soluzione ottenuta viene trasformata in energia elettrica tramite una cella a combustione. Questa energia viene trasmessa e conservata in alcuni supercondensatori, e rilasciata a quattro motori elettrici.
Le severe norme tedesche in fatto di omologazione dei veicoli rappresenterà il vero banco di prova per quest'auto futuristica. I test da superare riguarderanno in particola modo quelli inerenti la sicurezza. Quindi freni, sedili, il sistema di illuminazione, cinture di sicurezza, e quant'altro.

Potrebbe interessarti: Fare il pieno all'auto...con la pipì!

Il costruttore fa sapere che:  “L'approvazione per l'uso dell'automobile in Germania e in Europa nel suo complesso è un traguardo importante. Siamo in contatto con investitori, banche e case automobilistiche interessate al progetto.
Non resta che attendere il completamento del processo di omologazione, con conseguente esito positivo, per vedere circolare su strada quest'auto all'avanguardia della tecnologia.

Ecco un video di presentazione dell'auto:


Per approfondire:

Nessun commento:

Posta un commento