Fatto in casa: Ricetta tradizionale per preparare il vero riso alla cantonese
Ricette per l'autoproduzione casalinga. Fai da te cosmetica, prodotti per la pulizia, e oggetti d'arredo. Rimedi naturali per la salute. Tanti consigli pratici per il risparmio. Questo è Fareacasa.it
Fatto in casa

Idee tecniche e consigli per risparmiare nella vita quotidiana.

Ricetta tradizionale per preparare il vero riso alla cantonese

Il riso alla cantonese è un piatto tipico cinese

Uno dei piatti della cucina e della tradizione cinese più famosi nel mondo e senza dubbio il riso alla cantonese, o come conosciuto in altri paesi, riso fritto.
Il riso alla cantonese nasce come piatto per il recupero degli avanzi, quindi un vero e proprio piatto antispreco.
Andiamo dunque a scoprire la ricetta tradizionale cinese per preparare in casa il vero riso alla cantonese, proprio come quello che si mangia al ristorante cinese.

Ingredienti per 4 persone:
- 265 g di riso basmati o comunque a chiccho lungo
- 660 ml di acqua
- 6 cucchiai di olio di semi di sesamo, in alternativa va bene anche l'olio di semi di arichidi. Un piccolo trucco: nel caso si utilizzi olio arachidi aggiungere qualche chicco di sesamo durante il riscaldamento dell'olio da eliminare prima di inserire gli altri ingredienti
- 2 uova 
- 120 g di prosciutto cotto tipo praga tagliato a cubetti anche se la ricetta vera vuole l'utilizzo del "char siur" il maiale arrosto cinese che si può acquistare nei negozi specializzati. In alternativa anche il maiale arrosto classico può andar bene
- 100 g di piselli surgelati
- sale q.b.
- pepe q.b.
- l'ingrediente più importante: la pazienza. La vera procedura per preparare il riso alla cantonese originale è abbastanza lunga

Preparazione:
- il riso lo si cuoce alla vera maniera cinese
- sciacquare il riso sotto l'acqua corrente fino a che questa non sia completamente pulita
- versare il riso in una capiente pentola e ricoprire con l'acqua fredda. Chiudere con il coperchio e portare ad ebollizione a fiamma viva. Piccolo consiglio: se si usa un coperchio di vetro si può tenere meglio sotto controllo la cottura senza aprirlo
- ad ebollizione raggiunta abbassare la fiamma al minimo ed attendere che tutta l'acqua venga assorbito dal riso. Calcolate circa 10-15 minuti per completare l'operazione
- a cottura ultimata versare il riso in un contenitore e tenerlo da parte a temperatura ambiente per il tempo di una notte (ecco perchè si diceva che la procedura fosse lunga, non è il classico piatto cotto e mangiato)
- preparare il prosciutto a piccoli cubetti. Il prosciutto ed i piselli dovranno essere ben asciutti al momento dell'utilizzo
- a questo punto occorre la classica pentola wok in cui si verseranno 2 cucchiai di olioda scaldare per bene
- nel frattempo in una ciotola sbattere le uova aggiustate di sale e pepe
- versare le uova sbattute nella wok e mescolare al fine di strapazzarle
- aggiungere il prosciutto e piselli e cuocere a fiamma alta fino ad ottenere la loro rosolatura
- a rosolatura ottenuta mettere il tutto in un altro contenitore
- versare circa 4 cucchiai di olio di nuovo nella wok e saldarlo bene
- aggiungere il riso che dovrà sfrigolare proprio come in una normale frittura. Durante questa operazione salare. Piccolo consiglio: cuocere un pò di riso per volta in modo da avere un risultato omogeneo o si rischia di cuocere troppo quello sul fondo a differenza di quello in superficie
- quando i chicchi cominceranno ad abbrustolirsi aggiungere il preparato di uova, piselli e prosciutto e saltare il tutto per qualche secondo 
- impiattare e servire il vero riso alla cantonese

Per saperne di più ed approfondire:
Cina. 100 ricette facili da realizzare a casa propria 
Cucinare cinese 
Nuova cucina cinese 
Sapori dal mondo. Le specialità della cucina araba, cinese, indiana, tex mex

Se l'articolo ti è piaciuto mi fai un regalo? Condividilo con i tuoi amici!


Vuoi conoscere le nuove ricette prima degli altri? Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre aggiornato!

* Campo obbligatorio

** Iscrivendoti a fareacasa.it dai il consenso a ricevere periodicamente sulla tua casella email i nostri articoli 

Nessun commento:

Posta un commento