Fatto in casa: Pandolce il classico dolce natalizio tipico ligure
Ricette per l'autoproduzione casalinga. Fai da te cosmetica, prodotti per la pulizia, e oggetti d'arredo. Rimedi naturali per la salute. Tanti consigli pratici per il risparmio. Questo è Fareacasa.it
Fatto in casa

Idee tecniche e consigli per risparmiare nella vita quotidiana.

Pandolce il classico dolce natalizio tipico ligure

Il pandolce è il dolce tipico natalizio ligure. Conosciuto anche con il nome di pandolce genovese, è un dolce che si conserva benissimo nel tempo, al punto che la tradizione vuole che se ne conservino due fette, una per i poveri e una addirittura per S. Biagio che ricorre addirittura il 3 febbraio.
Il pandolce è molto nutriente, di forma bassa e circolare.e la ricetta che presentiamo spiega proprio come preparare in casa il classico pandolce genovese tradizionale.

Ingredienti necessari:
- 600 g di farina manitoba
- 300 g di farina “00”
- 300 g di burro a temperatura ambiente
- 300 g di zucchero
- 500 g di uvetta
- 100 g di. canditi
- 60 g di pinoli
- 4 uova
- 50 g di miele
- 1 bustina di lievito in polvere per dolci
- 1 cucchiaino di essenza di fiori di arancio
- 1 pizzico sale

Altri dolci tipici della tradizione natalizia da preparare in casa:


Procedimento:
- setacciare le due farine insieme al lievito all'interno di una ciotola
- aggiungere lo zucchero, il miele, l'essenza di fiori di arancio, le uova, il burro, il sale, i pinoli, l'uvetta ed i canditi. Impastare il tutto energicamente a mano per circa 10 minuti. Se si possiede una impastatrice bastano 3 minuti
- una volta che l'impasto è pronto dividerlo in due parti  o più parti e formare delle palle lisce in modo che l'uvetta, i pinoli e i candidi non sporgano
- adagiare le palle su una placca per forno ricoperta da carta forno ed appiattirle fino a che non raggiungano una altezza massima di 3-4 cm
- ricoprire il tutto con un panno pulito e lasciar lievitare per circa un'ora
- dopo tale tempo praticare sulle superfici dei vari pandolci tre tagli che formeranno un triangolo, proprio come vuole la tradizione genovese
- infornare in forno già caldo a 200 °C per 40 minuti
- una volta sfornati i pandolci vanno fatti raffreddare su una griglia
- il pandolce deve essere ben freddo prima di essere consumato, meglio quindi farlo riposare un giorno
- avvolto in pellicola si conserva benissimo anche per due settimane in modo da essere offerto agli ospiti durante il periodo delle festività natalizie, proprio come vuole la tradizione
- se non piacciono uvetta e canditi possono essere sostituiti con gocce di cioccolato, e mandorle e nocciole a pezzi grossolani


Se l'articolo ti è piaciuto mi fai un regalo? Condividilo con i tuoi amici!


Vuoi conoscere le nuove ricette prima degli altri? Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre aggiornato!

* Campo obbligatorio

** Iscrivendoti a fareacasa.it dai il consenso a ricevere periodicamente sulla tua casella email i nostri articoli 

Nessun commento:

Posta un commento