Fatto in casa: Bellissimo vaso auto-innaffiante riciclando vecchie bottiglie
Ricette per l'autoproduzione casalinga. Fai da te cosmetica, prodotti per la pulizia, e oggetti d'arredo. Rimedi naturali per la salute. Tanti consigli pratici per il risparmio. Questo è Fareacasa.it
Fatto in casa

Idee tecniche e consigli per risparmiare nella vita quotidiana.

Bellissimo vaso auto-innaffiante riciclando vecchie bottiglie

Bellissimo vaso auto-innaffiante riciclando vecchie bottiglie
Prendersi cura delle proprie amate piantine a volte può essere complicato. Prolungate assenze possono essere fatali per le piante e per questo l'ideale sarebbe un vaso auto-innaffiante, giusto? Di impatto zero per l'ambiente magari, no? E se fosse pure un originale e bellissimo complemento di arredo? Già che ci siamo disdegneremmo se fosse anche economico?
La soluzione è un vaso auto-innaffiante realizzato in casa recuperando vecchie bottiglie, che oltre a tutti i vantaggi descritti è anche più efficiente di un sistema a goccia in quanto con con questo vaso auto-innaffiante le piantine potranno assimilare l'acqua solo quando ritengono sia il caso, quindi zero rischi di siccità o sovrabbondanza. Che siano di plastica o vetro dipende dai gusti personali, ma se fossero di vetro il risultato finale sarebbe decisamente più bello anche se la preparazione del vaso auto-innaffiante è un  pò più complessa.

Materiale occorrente per creare in casa un vaso auto-innaffiante:
- una bottiglia, di plastica o vetro
- un taglierino o forbice nel caso si utilizzi una bottiglia di plastica
- filo di cotone grosso, alcool, un accendino, pennarello, carta abrasiva nel caso si voglia utilizzare una bottiglia di vetro. Senza dimenticare guanti ed occhiali protettivi
- una piccola rete drenante 
- spago grosso


Procedimento per la realizzazione del vaso auto-innaffiante:
- nel caso si sia scelto di utilizzare una bottiglia di plastica basta incidere la bottiglia al di sotto del collo, all'altezza desiderata purchè l'incisione sia al di sopra della metà della bottiglia, in modo da avere la bottiglia divisa in due
- nel caso si voglia utilizzare una bottiglia di vetro bisogna innanzitutto indossare guanti e occhiali
- segnare con il pennarello una circonferenza intorno alla bottiglia all'altezza in cui vorremo dividere la bottiglia
- bagnare il filo di cotone spesso con l'alcool
- legare il filo attorno alla bottiglia sul segno fatto in precedenza
- riempire il lavandino a on grosso recipiente con acqua fredda 
- accendere il filo imbevuto di alcool e e ruotare la bottiglia di continuo in modo che la fiamma non tocchi il vetro e ruotare finchè il filo non brucia più
- immergere la bottiglia nell'acqua fredda fino all'altezza del filo e lo sbalzo termico provochè un taglio netto della bottiglia
- con la carta abrasiva eliminare eventuali imperfezioni del taglio e schegge di vetro che possono essere pericolose
- tagliare la retina e praticare un foro al centro
- far scorrere lo spago,magari più fili di spago, attravero il buco, fare un nodo in modo che tirando lo spago dall'altra parte si blocchi con il noto sul foro (dal nodo far avanzare dell spago, non fare un nodo troppo vicino all'estremità dello spago)

- mettere la retina all'interno della parte di bottiglia con il collo in modo da adagiarla proprio dove inizia il restringimento del collo a far fuoriuscire abbondantemente lo spago dal collo della bottiglia (il nodo praticamente resta all'interno della mezza bottiglia su cui stiamo operando)
- riempire questa mezza bottiglia con terriccio e la nostra piantina
- mettere acqua sul fondo dell'altra mezza bottiglia e immergerci il collo della bottiglia. Se tutto è stato fatto bene lo spago sarà a bagno dell'acqua ed il collo non toccherà il fondo della bottiglia
- l'acqua risalirà attraverso lo spago solo quando le piante lo riterranno necessario. Lo spago fungerà come una sorta di appendice delle radici
- Sbizzarrendosi con il colore e le forme delle bottiglie si possono creare infiniti vasi auto-innaffianti

Per approfondire:
Enciclopedia completa del fai da te. Muratura, idraulica, elettricità, tinteggiatura, falegnameria 
Manuale completo del fai da te 
E Ora Si Ikrea. 25 Progetti Per Far Da Sé Mobili Con Oggetti Usati 
Fai da te per negati

Se l'articolo ti è piaciuto RESTA SEMPRE AGGIORNATO ISCRIVENDOTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER CLICCANDO QUI OPPURE CONDIVIDI SUL TUO SOCIAL NETWORK PREFERITO!


Nessun commento:

Posta un commento