Fatto in casa: Ricotta fatta in casa
Ricette per l'autoproduzione casalinga. Fai da te cosmetica, prodotti per la pulizia, e oggetti d'arredo. Rimedi naturali per la salute. Tanti consigli pratici per il risparmio. Questo è Fareacasa.it
Fatto in casa

Idee tecniche e consigli per risparmiare nella vita quotidiana.

Ricotta fatta in casa

Ricotta fatta in casa

Se già avete provato il formaggio fatto in casa spiegato in un precedente post non potete non provare a fare anche un'ottima e genuina ricotta fatta in casa.
Anche perchè il procedimento è comune per buona parte quindi sarebbe davvero un peccato non completare l'opera con una ricotta fresca fresca.

Attrezzatura necessaria:
- Pentola con coperchio retato
- Siringa sterile
- Canestri di plastica
- Termometro da cucina
- Mestolo forato
- Tagliere
- Igiene,tanta!

Ingredienti:
- 5 lt di latte intero crudo.
- Caglio, acquistabile in farmacia. Importante conoscere la sua capacità di coagulazione. Ad esempio un caglio 1:15000 significa che 1ml è sufficiente a coagulare 15 litri di latte che servirà a produrre il nostro formaggio casalingo
- Sale grosso

Potrebbe interessarti anche: Marmellata di fragole fatta in casa

Procedimento:
- Lasciare riposare per 2-3 ore 3 litri di latte in una pentola con coperchio retato, in modo da proteggere il latte lasciandolo comunque respirare. Questo servirà a innescare tutti i processi batterici utilissimi al latte da formaggio.
- Mettere la pentola su fuoco basso e portare il latte a 38°C. Verificate costantemente la temperatura con il termometro
- Spegnere il fuoco ed aggiungere il caglio avvalendosi della siringa sterile in modo da usarne la quantità giusta. Esempio: se abbiamo un caglio 1:15000, cioè 1 ml per 15 litri, vorrà dire che dovremo usare 0,2 ml di caglio per i nostri 3 litri di latte
- Mescolare fino a rendere il tutto omogeneo
- Lasciare riposare per almeno 1 ora
- Il latte con caglio si presenterà con una consistenza gelatinosa: abbiamo ottenuto la cagliata, primo risultato verso il formaggio fatto in casa
- Mettere la cagliata sul tagliere e praticare tagli perpendicolari, prima in un senso poi nell'altro. Nel caso vogliate un formaggio a pasta molle rendete la cagliata a pezzi grandi come una noce, se desiderate invece un formaggio a pasta dura riducetelo in pezzi grandi come un chicco di riso
- Noterete che procedendo con i tagli la cagliata tenderà a depositarsi sul fondo
- Ora entrano i vostri gusti personali in fatto di formaggio. Se volete un formaggio fresco, a pasta cruda, estraete la cagliata con un mestolo forato, se invece aspirate ad un formaggio stagionato fatto in casa bisogna riscaldare il tutto (senza estrarre la cagliata) a fuoco basso a circa 45°C agitando la cagliata in modo da farla addensare in superficie
- La cagliata estratta, sia col primo metodo per il formaggio crudo che con il secondo metodo per il formaggio stagionato, va messa nei canestrini, premuta per assicurargli la forma e far fuoriuscire il siero
- Aggiungete questo siero a quello avanzato nella pentola, versate i 2 litri di latte tenuti da parte, mescolate, portate tutto a fuoco vivo ad un temperatura di circa 90° e spruzzate poi un po’ di limone. Otterrete dell’ottima ricotta, che potrete consumare appena si sarà raffreddata.
- Con la cagliata messa da parte si può continuare facendo un ottimo formaggio come spiegato in questo post.




Nessun commento:

Posta un commento